Guida pratica – Misura del flusso nel condotto di ventilazione secondo la norma DIN EN 12599.

 

 

 

 

Introduzione

Oggi trascorriamo la maggior parte del giorno all’interno di ambienti chiusi. Per questo motivo vengono installati impianti di riscaldamento e climatizzazione che garantiscono un clima gradevole all’interno di questi ambienti. La ventilazione assume un’importanza fondamentale in questo contesto. Essa serve non solo ad alimentare aria fresca, ma anche ad eliminare le sostanze inquinanti, come ad es. l’umidità in eccesso. L’assicurazione di un sufficiente tasso di ricambio dell'aria e quindi la misura della portata volumetrica è un importante fattore di qualità durante la messa in funzione e l’esercizio degli impianti di riscaldamento e climatizzazione. Una misura affidabile della velocità dell’aria all’interno dei condotti di ventilazione è una delle sfide più complesse che deve affrontare il tecnico addetto agli impianti termici.

Importanza della velocità dell’aria

All’insegna del motto “meglio abbondare che scarseggiare”, spesso gli impianti di riscaldamento e climatizzazione vengono fatti funzionare con un’eccessiva quantità d’aria. Questo fabbisogno eccessivo causa un aumento dei costi d’esercizio. Il consumo di energia del ventilatore aumenta, perché l’impianto deve movimentare una maggiore quantità d’aria. Ma anche il condizionamento dell'aria (raffreddamento, riscaldamento, umidificazione o deumidificazione) causa la maturazione di costi che possono essere ridotti quando l’impianto è correttamente regolato. Senza contare che un maggiore ricambio dell'aria è spesso sinonimo di una formazione di correnti d’aria negli ambienti che causa un disagio alle persone che si trovano al loro interno.

D’altro canto, anche una portata volumetrica troppo bassa può essere problematica. Le persone che si trovano nel locale ricevono troppa poca aria fresca per la respirazione. L’aria è “viziata”, perché l’ambiente vanta una concentrazione di CO2 troppo alta. Inoltre, una portata volumetrica troppo bassa può esercitare effetti negativi sull’igiene dell’impianto: se l’aria umida si muove troppo lentamente all’interno dei condotti di ventilazione, sussiste un rischio di formazione di germi all’interno dell’impianto. Un impianto di riscaldamento e climatizzazione correttamente regolato aiuta quindi non solo a rendere il clima interno gradevole, ma anche a risparmiare sui costi.

Richiedilo qui

Help

7f2e6b58e3479780bb5938b677b446036208a7ea
Conferma
Bozza trovata
Bozza trovata
Bozze trovate
[Existing form data found]
Il modulo è stato inviato
Elenco dei messaggi di convalida del modulo
Non è stato possibile completare questa azione
Confermazione

Contenuto del libro bianco:

  1. Introduzione
  2. Importanza della velocità dell’aria
  3. Misura della corretta velocità dell’aria
  4. Il giusto punto di misura 
    4.1. Profili di flusso nel condotto di ventilazione
    4.2. Distanza dalle fonti di interferenza
  5. Il metodo di misura 
    5.1. Metodo semplice
    5.2. Metodo ad asse baricentrico 
    5.3. Calcolo della portata volumetrica
  6. Valutazione dei valori misurati
  7. Il protocollo di misura
Guida sulle misure nel condotto di ventilazione