Risposte alle domande più richeste

Abbiamo risposto alle domande che i nostri clienti ci pongono più frequentemente e le abbiamo divise per tipologia di applicazione. Qualora non trovassi risposta alla tua domanda, contattaci: saremo felici di risponderti.

Analizzatori di combustione

L’analizzatore non visualizza il rendimento. Compaiono dei trattini sul display. Cosa significa? Cosa posso fare?

Il valore del rendimento è calcolato in base alla misura del valore dell’ossigeno.

Se il valore dell’ossigeno rimane costante al 21% il valore del rendimento non viene calcolato.

Per tutti i nostri modelli: controllare che il tappo a slitta del raccogli -condensa sia sempre ben chiuso.

In caso contrario lo strumento pesca aria dall’ambiente che influenza la misura.

Possono causare l’anomalia:

  • filtri sonda e strumento bagnati e/o usurati;
  • la visualizzazione errata dei parametri di Temperatura Fumi e/o Temperatura Ambiente 
  • pompa di aspirazione sporca e/o bagnata; 
  • cella O2 esaurita o mal funzionante

La visualizzazione errata dei parametri di Temperatura Fumi e/o Temperatura Ambiente può essere dovuta alla rottura della termocoppia montata sulle sonde fumi o temperatura ambiente.

Come faccio a configurare in italiano il mio analizzatore testo 310?

Ogni quanto tempo devo certificare il mio analizzatore di combustione?

Lo strumento deve essere certificato e tarato ogni 12 mesi come descritto e richiesto dalla norma UNI10389-1 di settembre 2009.

Analizzatore testo 350 - Saltuariamente visualizzo “errore raffreddamento gas” sul display: cosa posso fare?

Controllare che il filtro alloggiato nella cella di Peltier non sia bagnato. Nel caso procedere alla sostituzione del filtro.

Se il filtro della cella di Peltier è asciutto l’errore potrebbe avere origine dal malfunzionamento del sensore di temperatura aria.

Analizzatore testo 350 (con display a colori)
Perché le due unità non comunicano e/ perdono il segnale?
Ho problemi con il modulo Bluetooth dello strumento: cosa posso fare?

  1. Controllare che sia attivata la funzione bluetooth su entrambe le unità.
  2. Con strumento spento inserire l'unità di controllo nella base di analisi; quindi procedere come segue:
    • collegare le due unità con il cavo di alimentazione alla rete
    • accendere lo strumento
    • attendere la fine della fase di inizializzazione
    • quando lo strumento è pronto per effettuare l’analisi, si possono rimuovere le due unità lavorando in modalità bluetooth. 
  3. Uno e/o entrambi i moduli bluetooth non funzionano correttamente. Contattare il nostro centro assistenza tecnica.

Se il tuo modello non è a colori contatta l’assistenza tecnica.

L'analizzatore di combustione non carica la batteria. Credo di avere problemi con la batteria o con l’alimentatore. Cosa posso fare?

Se lo strumento dà messaggio di carica impossibile collegando l’alimentatore significa che l’alimentatore funziona correttamente e che il problema risiede nella batteria. Controllare che la batteria sia ben inserita all’interno dello strumento. Il posizionamento non corretto può causare il messaggio d’errore di carica impossibile.

In alternativa, la a batteria potrebbe essere esaurita e non ricaricarsi.

Se invece collegando l’alimentatore non compare nessun messaggio l’alimentatore potrebbe non funzionare correttamente. RIvolgersi al centro assistenza Testo.

Posso intestare da solo l’analizzatore di combustione testo 310 per la stampa sullo scontrino?

Solamente il centro assistenza Testo può modificare l'intestazione dello scontrino dell'analizzatore serie testo 310.

Posso intestare da solo l’analizzatore di combustione serie 330 o serie 320 per la stampa sullo scontrino?

L’inserimento dei data per la stampa può essere effettuata seguendo le istruzioni riportate nel manuale d’uso dello strumento.

Come posso memorizzare i valori misurati con il mio analizzatore di combustione testo 320/testo 330 assegnandogli un nome identificativo, per esempio: il nome e l’indirizzo del mio cliente (locazione di misura)?

Le misure possono essere memorizzate assegnandole a un indirizzo d'impianto (indirizzo) e a un punto di misura (locazione). Per fare questo è necessario che lo strumento abbia già al suo interno i dati del cliente. Il manuale di istruzione descrive la procedura completa nel capitolo 5.

Prima di eseguire la misura, ricordarsi di selezionare la locazione desiderata, per memorizzare i dati correttamente.

Gruppi manometrici digitali (manifold)

Come faccio a configurare il mio manometro testo 557?

Il gruppo manometrico testo 557 non ha bisogno di essere configurato. All’accensione è già pronto per l’utilizzo.

Il mio manifold non calcola il surriscaldamento. Cosa devo fare?

Controllare il corretto collegamento delle sonde di temperatura.

Verificare che la misura effettuata dalla sonda a pinza (Toh) abbia un valore maggiore della misura teorica visualizzata dallo strumento (To).

Come collego il vacuometro all’impianto? 
Come capisco se ho fatto davvero il vuoto?

Guarda il nostro video su Youtube QUI