Ambiente di misura

Termocamere e ambiente di misura

1. Temperatura ambiente

    E' sempre necessario tenere conto dell'impostazione della temperatura riflessa (RTC) e dell'impostazione dell'emissività in modo che la termocamera possa calcolare correttamente la temperatura della superficie.

  • In molte applicazioni la temperatura riflessa corrisponde alla temperatura ambiente.
  • Quando c'è una grande differenza di temepratura tra l'oggetto di misura e l'ambiente in cui avviene la misurazione, è importante assicurarsi che l'impostazione dell'emissività sia corretta.

2. Radiazioni e fonti di interferenza

Ogni oggetto con una temperatura superiore allo zero assoluto (0 Kelvin = 273,15°C) emette radiazioni infrarosse. Gli oggetti con una grande differenza di temperatura dall'oggetto di misura possono disturbare la misurazione a infrarossi come risultato della propria radiazione. Ove possibile, dovresti evitare o disattivare tutto ciò che può creare un'interferenza nella misurazione.

  • Proteggi la tua misurazione dalle fonti di interferenza, per esempio con uno schermo o con una scatola di cartone.
  • Puoi misurare la radiazione riflessa, ad esempio utilizzando un radiatore di Lambert in combinazione con la tua termocamera.

Termografia e radiazioni

3. Situazione metereologica

Le nuvole

Effettuare misurazioni a infrarosso con la tua termocamera sotto un cielo molto nuvoloso sarebbe la condizione ideale. Questo perchè l'oggetto di misura verrebbe protetto dall'irraggiamento solare grazie alle nubi.

Le precipitazioni

Acqua, ghiaccio e neve hanno un'elevata emissività e sono impermeabili alle radiazioni infrarosse. Inoltre la misurazione di oggetti bagnati può risultare errata dato che la superficie dell'oggetto di misura si raffredda man mano che l'acqua evapora.

Nota bene: Forti precipitazioni atmosferiche (pioggia, neve) possono distorcere il risultato delle tue misure.

Air and thermography

4. Aria / Umidità dell'aria

Se sull'obiettivo (o sul vetro di protezione dello stesso) si forma condensa a causa di una elevata umidità, la radiazione infrarossa non viene pienamente intercettata. Infatti a causa dell'acqua la radiazione non raggiunge completamente la lente della termocamera. Anche una nebbia estremamente densa può influire sulla misura, poichè le gocce d'acqua presenti ostacolano il passaggio del raggio infrarosso.

Nota bene: Quando devi effettuare una misurazione assicurati sempre che l'umidità relativa si bassa. Questo evita la formazione di condensa (nebbia) nell'aria, sull'oggetto di misura, sul vetro di protezione o sull'obiettivo della tua termocamera.

Vento e correnti d'aria

Come risultato dello scambio di calore (convezione), l'aria vicina alla superficie ha la stessa temperatura dell'oggetto di misurazione. Se c'è vento o c'è una corrente d'aria, questo strato d'aria viene "spazzato via" e sostituito da un nuovo strato d'aria che non si è ancora adattato alla temperatura dell'oggetto di misura. Come conseguenza della convezione, il calore viene tolto dall'oggetto di misurazione caldo o assorbito dall'oggetto da misurare a freddo finché le temperature dell'aria e della superficie dell'oggetto di misurazione non si sono adattate l'una all'altra. Questo effetto dello scambio di calore aumenta quanto maggiore è la differenza di temperatura tra la superficie dell'oggetto da misurare e la temperatura ambiente.

Nota bene: il vento o una corrente d'aria nella stanza possono influenzare la misurazione della temperatura con la termocamera.

Contaminazione dell'aria

Alcune particelle sospese come polvere, fuliggine e fumo, ad esempio, nonché alcuni vapori hanno un'elevata emissività e sono a malapena trasmissivi. Ciò significa che possono compromettere la misurazione, poiché emettono la propria radiazione infrarossa che viene ricevuta dalla termocamera. Inoltre, solo una parte della radiazione infrarossa dell'oggetto di misura può penetrare attraverso la termocamera, poiché è dispersa e assorbita dalla sostanza sospesa.

5. Luce

La luce o l'illuminazione non hanno un impatto significativo sulla misurazione con una termocamera. È inoltre possibile eseguire misurazioni al buio, poiché la termocamera misura la radiazione infrarossa a onde lunghe. Tuttavia, alcune sorgenti luminose emettono radiazioni infrarosse e possono quindi influenzare la temperatura degli oggetti nelle loro vicinanze.

  • Non misurare pertanto la luce solare diretta o vicino a una lampadina calda, ad esempio.
  • Le fonti di luce fredda, come i LED o le lampade al neon, non sono critiche: trasformano la maggior parte dell'energia utilizzata nella luce visibile e non nella radiazione infrarossa.

Principi teorici della termografia

Scopri di più nel nostro tutorial compatto sui principi fisici della termografia. Un vero vantaggio, ad esempio per impostare la giusta emissività per ogni superficie.