Perché contare le nanoparticelle?

Le nanoparticelle sono sempre intorno a noi, ma non ci accorgiamo della loro presenza. Proprio perché sono così piccole, sono anche le più pericolose. Determinate nanoparticelle prodotte dalla circolazione stradale o presenti negli ambienti di lavoro inquinati possono danneggiare la salute. Particolarmente a rischio sono:

  • le aree pubbliche ad alta densità di traffico (particolato diesel)
  • i posti di lavoro dove si effettuano brasature e saldature (formaldeide, ossidi metallici)
  • le fonderie (fenoli)
  • gli uffici (polveri del toner per stampanti e fotocopiatrici)

Con il contatore di particelle portatile testo DiSCmini misurare la concentrazione numerica delle nanoparticelle diventa un gioco da ragazzi. Perché nello strumento testo DiSCmini si cela tutto il know-how maturato dalla Matter Aerosol AG, che fa parte del gruppo Testo dal 2010.

Contattaci!

Hai una domanda da farci oppure hai bisogno di maggiori informazioni?

Saremo felici di risponderti.


La sfida

The challenge of nanoparticles

A causa della loro varietà a livello di dimensioni, diffusione e composizione, le nanoparticelle rappresentano una vera e propria sfida per chi le deve misurare. Per una valutazione affidabile delle emissioni di particelle sono infatti necessarie complesse analisi. I contatori di particelle tradizionali sono sensibili alle vibrazioni, funzionano solo in una determinata posizione e hanno inoltre bisogno di materiali d’esercizio supplementari. Non sarebbe comodo avere a disposizione uno strumento portatile con cui poter svolgere questi compiti?

  • Misura precisa dell’impatto sulle persone in tempo reale e nelle loro vicinanze
  • Analisi affidabile del rischio presente sul posto di lavoro
  • Rapido controllo dell’efficienza dei filtri
  • Facile monitoraggio dell’inquinamento dell’aria con uno strumento mobile o più strumenti stazionari

 

La soluzione: testo DiSCmini

testo DiSCmini

Con lo strumento testo DiSCmini puoi superare la sfida della misura delle nanoparticelle con la semplice pressione di un pulsante. La concentrazione numerica di particelle, il diametro modale e la concentrazione superficiale di particelle che si depositano nei polmoni (valore LDSA) vengono misurate simultaneamente in pochi secondi. Grazie a questi vantaggi la misura diventa un gioco da ragazzi:

  • Lo strumento testo DiSCmini è facile da tenere in mano e può essere utilizzato subito senza bisogno di preimpostazioni né calibrazioni.
  • Lo strumento è resistente alle vibrazioni e utilizzabile in qualsiasi posizione.
  • Non sono necessari materiali d’esercizio infiammabili né fonti radioattive

 

 

Misurare e classificare nanoparticelle

Catalogo testo DiSCmini

A causa delle loro piccolissime dimensioni, le nanoparticelle possono penetrare negli alveoli polmonari e, attraverso la circolazione sanguigna, raggiungere tutte le parti del corpo. L’intervista con il Prof. Dott. Peter Gehr dell’Istituto di Anatomia dell’Università di Berna cita i pericoli legati alle nanoparticelle e illustra i vantaggi di una misura completa con lo strumento testo DiSCmini:

  • Lo strumento testo DiSCmini è in grado di misurare le nanoparticelle laddove diventano rilevanti ai fini medici, cioè nelle immediate vicinanze dell’uomo
  • Lo strumento testo DiSCmini è in grado di misurare e classificare anche le particelle che non vengono rilevate dai metodi gravimetrici
  • Lo strumento testo DiSCmini fornisce un prezioso aiuto quado si tratta di decidere sull’alta qualità dell’aria negli ambienti di lavoro, nel traffico stradale o negli uffici pubblici

Misurare nelle postazioni di saldatura

testo DiSCmini white paper

I posti di lavoro in cui si svolgono lavori di saldatura richiedono misure efficaci per la tutela dei lavoratori interessati. Nel nostro libro bianco descriviamo un esempio di monitoraggio delle misure di tutela del lavoro con lo strumento testo DiSCmini e illustriamo i vantaggi che il nostro misuratore di nanoparticelle fornisce rispetto ai metodi di misura impiegati fino a oggi:

  • misure di tutela del lavoro complete grazie alla misura precisa dell’esposizione alle nanoparticelle
  • veloce rilevamento dell’inquinamento di base sul posto di lavoro e identificazione delle fonti di particelle nell’ambiente
  • facile ottimizzazione del posto di lavoro per garantire il minimo inquinamento particellare possibile

testo DiSCmini al lavoro nel settore della ricerca

L’importanza di uno strumento di misura si riconosce non solo dalle domande alle quali è in grado di rispondere, ma anche dalle persone che lo usano. Nel nostro Book of Abstracts abbiamo raccolto più di 110 studi realizzati da scienziati provenienti da tutto il mondo nei quali lo strumento testo DiSCmini gioca un ruolo fondamentale. In quest’opera vengono trattati, tra gli altri, i seguenti argomenti:

  • Esposizione personale alle nanoparticelle e conseguenze per la salute
  • Le nanoparticelle e la loro importanza per la tutela del lavoro e della salute
  • Monitoraggio della qualità dell’aria ambientale e valutazione dell’inquinamento atmosferico
testo DiSCmini Book of Abstract

Nel settore delle scienze ambientali ed ergonomiche si studiano gli effetti che esercitano le nanoparticelle sull’uomo e sull’ambiente. Per farlo sono necessari numerosi e diversi metodi di misura. Leggi subito nel nostro esempio d’impiego come lo strumento testo DiSCmini riunisce tutti questi metodi in un unico strumento, facilitando così la ricerca sistematica delle emissioni di particelle.
Quali rischi causano le nanoparticelle all’ambiente e all’uomo? Le autorità ambientali e gli istituti di ricerca devono svolgere numerose e complesse analisi per rilevare e valutare le nanoparticelle. Nel nostro esempio d’impiego scoprirai come lo strumento testo DiSCmini viene usato nella tutela dell’ambiente così come nella tutela delle persone e dei lavoratori.
Le cleanroom più sterili del mondo non si trovano più negli ospedali, ma negli impianti di produzione dell’industria dei semiconduttori. Dal momento che le strutture di produzione diventano sempre più piccole, i processi diventano sempre più sensibili a eventuali guasti. Scoprite nel nostro esempio d’impiego come viene monitorata la qualità dell’aria nel settore delle nanoparticelle e come vengono identificate le fonti di particelle.